Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Popolazione panamense

"La Pollera":
 Costume tipico panamensePanama è un piccolo paese con una popolazione di circa 2.8 milioni di abitanti. Il 49% vive nelle aree urbane. La popolazione della sua capitale, città di Panamá, ha quasi un terzo sul totale. I panamensi provengono da diversi origini nazionali ed etnici, 59% sono meticci, 14% africani, 10% spagnoli, 5% mulatti e 8% indigeni.

Un dato interessante è che Panama, un paese con una posizione strategica dal punto di vista logistico, non ha un esercito.

Lo spagnolo è la lingua ufficiale dei panamensi ma anche l'inglese è molto diffuso. Nel paese esistono molte sette religiose esistendo la libertà di culto. La maggioranza della popolazione professa la religione cattolica (92%), ma la diversità di razze nel paese fa sì che ci siano molte chiese e tempi per ogni religione. Il tasso di natalità per il 1995 fu di 23,1 per 1.000 abitanti. Il tasso di fecondità è di 2,76 figli per ogni donna.

La popolazione indigena rappresenta l'8.4% del totale e si trova in tre regioni all'ovest del paese (Chiriquí, Bocas del Toro e Veraguas), in due regione all'est (Darién e Comarca Kuna Yala) e alcuni gruppi che si trovano all'est della regione di Panama. I popoli indigeni sono costituiti da 7 gruppi linguistici ben definiti, conosciuti (in ordine numerico) come i Ngöbes (il gruppo più numeroso, rappresenta il 63.6% della popolazione indigena totale), i Kunas, i Emberá, i Buglé o Bokata, i Wounaan, i Nasos (Teribes o Tlorios) ei Bri-Bri. All'ovest ci sono i Ngöbes, i Buglere, Nasos ei Bri-Bri, all'est i Kunas, i Emberá ei Wounaan.

Il 21 % della popolazione panamense vive in estrema povertà (591.000 di cui 133.000 bambini tra i 10 e 14 anni) rappresentando il 14.9% sul totale delle famiglie. Nell'area rurale esiste la maggiore concentrazione di povertà (519.000). Nell'area rurale 59 d'ogni 100 abitanti sono poveri ma tra gli indigeni sono 95 d'ogni 100. D'altra parte, il 16% della popolazione urbana è povera e meno del 5% vive in estrema povertà.

FOLKLORE. Il folklore è presente nelle feste popolari e balli tradizionali dove si espone la colorita "pollera" (vedi foto), il costume nazionale, completato dai "tembleques"(ghirlanda di fiori) che adornano i capelli delle donne. Gli uomini si vestono con camicie ricamate di manica lunga, pantaloni pescatori e cappello "montuno" di paglia.

Le feste di carnevale si celebrano 40 giorni prima della Settimana Santa. Le feste in onore ai Santi Patroni d'ogni paese abbondano lungo il paese durante tutto l'anno. I carnevali di Panama sono delle feste con una musica molto allegra e colorita, spettacolari presentazioni e una calda partecipazione della popolazione.