Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Geografia guatemalteca

Antigua ai piedi del volcano AguaUfficialmente Repubblica di Guatemala. Stato dell'America Centrale, situato tra il Messico a nord e il Belize a est, El Salvador e l'Honduras a sud, e bagnato dal Pacifico a ovest e per breve tratto dall'Atlantico a est; 109.889 km2.

La geografia del Guatemala è essenzialmente montagnosa ad eccezione della zona nord dove si trova una zona bassa e selvatica conosciuta come Petén, abbondante in legni preziosi, alberi produttori di gomma da masticare e petrolio. Due sistemi montagnosi attraversano il Guatemala, quello della Sierra Madre e il sistema dei Cuchumatanes. Il primo con 260 km corre parallelo al Pacifico formando l'altipiano centrale, sede delle città di Guatemala Città, Antigua, Sololá, Santa Cruz del Quiché e Chinaltenango, tra altre.

La terra montuosa del Guatemala è periodicamente sconvolta dai terremoti ed è la zona di maggiore concentrazione vulcanica di tutta l'America. Una catena vulcanica parallela alla costa del Pacifico segna un fronte di instabilità fisica che ha provocato la distruzione delle capitali che si sono succedute nel tempo: Città Vecchia nel 1542, la coloniale Antigua nel 1773 e l'attuale capitale, Guatemala, nel 1917,1918 e 1976. I principali vulcani sono Tajumulco, 4220m, Santa María 3772m e l'Atitlán con 3537 m.

I fiumi guatemaltechi corrono per i versanti del Pacifico e dell'Atlantico (Golfo dell'Honduras e Baia di Campeche), rispettivamente. Il fiume Pace segna i limiti confinanti con El Salvador, mentre i fiumi Suchiate e Usumacinta, che fu un importante mezzo di comunicazione per i maya, segnano la frontiera col Messico. Il fiume Polochic tributa al Lago Izábal che a sua volta va a finire nell'Atlantico per mezzo del fiume Dolce. Molti dei laghi, d'origine vulcanica, sono di gran bellezza. L'Atitlàn, a 1562m di altezza e con diverse isole, è il più famoso.

Il territorio del Guatemala presenta regioni assai diverse: mentre la pianura, un tempo regno della savana, è stata in parte conquistata alla coltura, lungo le prime pendici dei monti prosperano le piantagioni di cacao, e, più in alto, quelle, ben più importanti, di caffè. Ma la zona più fertile è costituita dagli altipiani situati a est dei rilievi vulcanici. Ci sono notevoli variazioni climatiche da un regione all'altra con differenze di temperatura e di piovosità.