Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Popolazione venezuelana

Joropo, ballo tipico venezuelanoDiversamente di altri paesi latino-americani, in Venezuela non ci sono tracce di grandi civiltà precolombiane, ma l'influenza india è ancora assai presente nella cultura, nella religione e nel folclore. Un intreccio di cattolicesimo e paganesimo è praticato nelle colline tra Maracaibo e Caracas, e persino la capitale ha la sua statua alla dea pagana della fertilità, Maria Lionza.

Ma i Venezuelani non sono solo un incrocio di Europei e Indios. Nel periodo coloniale i commercianti portarono schiavi dall'Africa sulla costa caraibica e li vendettero per caffè e tabacco. Questa matrice africana è oggi presente in buona parte della popolazione.

Ci sono poi comunità che sono riuscite a restare fuori da questo crogiolo razziale; sono le tribù indie che vivono nella giungla dell'alto Orinoco, con una cultura che è rimasta immutata dall'Età della Pietra. La sopravvivenza di alcune di queste è minacciata da possibili sviluppi economici, come l'ulteriore sfruttamento dell'Orinoco per la produzione di energia idroelettrica.

Con le sue vaste foreste disabitate e le aperte pianure, il Venezuela è il Paese meno densamente abitato del Sud America. I suoi oltre 18 milioni di abitante sono in gran parte concentrati in aree limitate e purtroppo non ha potuto sfuggire alla sua desolante frangia di case e baracche abusive della popolazione rurale che si ammassa nelle periferie delle città.

Nonostante, tutti condividono una grande passione per le feste che si manifesta in un gran numero di vacanze religiose. Dimenticando problemi e povertà, ogni città e ogni villaggio commemorano il santo patrono con una festa, che dura a volte anche una settimana, e che comprende corride e combattimenti di galli, balli e brindisi nelle strade, giochi e corse. Ed è in queste feste sfrenate che si manifesta maggiormente il ricco intreccio culturale che caratterizza il Venezuela.

Una regione molto caratteristica del Venezuela è i llanos, dove i cowboys locali si chiamano llaneros, e le grande mandrie pascolano nelle immense pianure senza sentieri. Sono loro che ballano la danza nazionale, chiamata joropo, con il fantastico movimento dei piedi accompagnato di un'arpa tenuta in mano. Nei rodei, occasioni di grandi grigliate, o asados, fanno mostra della loro abilità, vestiti di semplici abiti di lino bianco, con colletto militare, stivale e cappelli di cowboy. Di giorno in sella, di notte sull'amaca, i llaneros vanno fieri della loro abilità e tenacia; i llaneros sono discendenti in parte da gli Indios.