Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Popolazione dominicana

Il ballo del merengue
rappresente il paese nel mondoChi meglio rappresenta la popolazione dominicana è la loro allegra musica.

La musica dominicana, come oggi la conosciamo, è il risultato di una serie di influenze che si sono intrecciate nell'isola di Santo Domingo dai tempi degli antichi areíto, con i quali i Taínos tramandavano la loro cultura di generazione in generazione.

Con il passare degli anni dai tempi della conquista, attraverso varie circostanze storiche, giunsero nell'isola di Santo Domingo espressioni musicali tanto diverse come la contraddanza francese, le barcarole italiane e molte altre che, provate e assimilate dalla cultura dominicana con la ricca musicalità dell'elemento africano - che occupa il peso maggiore nel processo di ibridazione culturale musicale - hanno poco a poco dato vita alla musica attuale dei dominicani.

La musica tradizionale dominicana ha caratteristiche regionali proprie. Ad esempio, nelle zone del Cibao e del Sud esi- ste una grande influenza spagnola, con variazioni del zapateado. Nelle zone delle piantagioni di canna dell'Est e presso i confini con Haiti, la influenza è strettamente africana, con le danze rituali e i ritmi dei tamburi. In altre zone, dove si ebbe la fusione di elementi spagnoli e africani, si manifestano le espressioni ritmiche dei nuclei urbani, come la musica crolla, il merengue, il bolero e la bachata.

La musica - in speciale modo il merengue e la bachata - è parte integrante del dominicano e caratterizza in ogni istante la sua vita quotidiana. Fra i contadini dominicani, il merengue tipico è interpretato da un piccolo numero di strumentisti, chiamato perico ripiao, che suonano la fisarmonica o la chitarra insieme con una specie di basso, la guira e le maracas, con perfetta armonia e ritmo senza aver studiato musica in una Accademia. Questa cultura si trasmette di generazione in generazione.