Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Economia nicaraguense

Il mais fa parte dell'agricoltura tradizionaleIl Nicaragua ha un'economia basata soprattutto sull'agricoltura (caffè, cotone, canna da zucchero, banane, mais, sorgo, ecc.) e sull'industria leggera. L'industria della pesca fornisce oltre 4.900 t di pesce, costituito per più della metà di crostacei. Il Nicaragua possiede un considerevole potenziale idroelettrico, sfruttato ancora solo parzialmente.

Dopo la caduta di Somoza nel 1979, accolta con entusiasmo dai nicaraguesi, la guerra che ne è scaturita è costata e ancora costa loro assai cara. Molta dell'agricoltura del Paese, su cui si basa l'economia, è andata distrutta. La terra e ricca e abbondante, ma mancano i mezzi. Un altro grave danno all'economia è derivato dal fatto che l'ultimo generale Somoza è andato in esilio portando con sé una somma molto ingente di denaro nicaraguense, di cui si era appropriato. I Somoza possedevano anche vaste porzioni del territorio del Paese, terre che furono poi ridistribuite tra la popolazione, in piccole proprietà individuale o in fattorie collettive.

Il Nicaragua ha alcuni giacimenti di rame, oro e argento, e poche industrie, chimiche e alimentari. Ma l'economia è in crisi. Sono state introdotte misure di austerità, i prezzi sono sempre in aumento e i salari non crescono allo stesso ritmo. Il mercato nero prospera e la valuta straniera è irraggiungibile per i Nicaraguensi.