Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Sole e Mare

LOCALIZZAZIONE

La Repubblica Dominicana vuole dire soprattutto allegria, sole e meravigliose spiagge. Il dominicano col suo sorriso sempre a fior di pelle accoglie il visitatore contagiandolo col suo desiderio di vivere intensa ed appassionatamente. Una posizione privilegiata che la colloca praticamente al centro dei Caraibi, un clima caldo mitigato dal mare di una parte e le montagne dell'altra, può farci scoprire che anche all'interno della Repubblica Dominicano si trovano posti, sconosciuti magari al turista tradizionale europeo, che vale la pena visitare.

La Repubblica Dominicana occupa due terzi dell'Isola Hispaniola ed è tra le Antille Maggiori, la seconda in area, dopo Cuba. Per il Nord è bagnata dall'Oceano Atlantico e per il sud dal Mare dei Caraibi.

La temperatura media è di 28C in agosto, il mese più caldo, e gennaio è il mese più fresco. In estate la temperatura più alta normalmente raggiunge i 34C ed in inverno la più bassa i 14C, ad eccezione delle zone montagnose dove può arrivare ai 0C.

COME ARRIVARCI

Molte aerolinee europee vanno a Santo Domingo, tra cui Alitalia ed Iberia e qualcuna a Punta Cana. Visitate la pagina Le migliori tariffe per scegliere l'aerolinea più adatta a ognuno di Voi.

MA, QUANTO MI COSTA

è a buon prezzo. Circa Euro 1.750 (bassa stagione) fino Euro 2.500/2.750 se volete darVi la gran vita oppure rimanere magari tre settimane. Per due settimane dovete prevedere :

  • Euro 850 (alta stagione) trasporto aereo Milano-Santo Domingo
    Euro 700 (bassa stagione)
  • Euro 420 mangiare (Euro 30/giorno x 14 giorni)
  • Euro 400 albergo 3* doppia occupazione (Euro 30/giorno x 14 giorni)
  • Euro -75 trasporti da/per aeroporti
  • Euro 125 trasporti terrestri con i mezzi pubblici

TIPS E SUGGERIMENTI

La Repubblica Dominicana tutto sommato è un paese tranquillo soprattutto se siete più di uno. Bisogna stare attenti non trascurando i vostri oggetti di valore - ormai come in qualsiasi parte del mondo -. I servizi medici sono discreti ma se avete problemi particolari di salute portate le vostre medicine.

Le indicazioni della pagina Precauzioni dovrebbe essere sufficienti per un soggiorno in Repubblica Dominicana senza maggiori sussulti. Aggiungiamo:

  • Bevete acqua in bottiglia ai fini di evitare la "vendetta di Caonabo" (diarrea).
  • Non esporsi al sole per molto tempo sin dal primo giorno.
  • Le prese da corrente sono da 110-120 volt.
  • Guardaroba semplice, in fibre naturali quali il cotone, il lino, ecc. Non dimenticate naturalmente il costume da bagno, gli occhiali da sole, crema abbronzante e repellente contro le zanzare.

Localizzazione Repubblica Dominicana

La prima catedrale latinoamericana a Santo Domingo

Bahia de Samaná

Balene gobba nella bahia di Samaná

Spiagga Bávaro a Punta Cana

Alti del Chavón

DOVE ANDARE

Le dimensioni della Repubblica Dominicana, come la Lombardia e il Piemonte insieme, permettono girarla in un tempo relativamente breve. Per quelli che vogliono godersi il sole e il mare, possiamo dire che dieci giorni per girare la isola e quattro/cinque giorni per sdraiarVi sulla spiaggia possono essere un'ottima soluzione per tutti i gusti. A continuazione un piccolo elenco di quello che potete trovare in Repubblica Dominicana:

font color="#3333cc">SANTO DOMINGO

Città coloniale
Dichiarata patrimonio dell'umanità dalla UNESCO, fa parte della Santo Domingo spensierata. Le selciate strade e le facciate di secoli d'antichità sono oggi piene di pittoreschi caffè e bar, piccoli alberghi e famosi ristoranti. Nell'ampia piazza costeggiata dal Palazzo di Diego Colombo (l'Alcázar), il Museo delle Case Reali e l'orologio solare del secolo 17, i caffè delle antiche strade prendono vita al tramonto ed accolgono allo stesso modo visitatori e residenti che cercano un momento informale per scappare dalle tensioni giornaliere.

Piazza della Cultura
Questa ampia e verde oasi nel cuore della città raggruppa quattro musei - il Museo dell'Uomo Dominicano, il Museo d'Arte Moderna, il Museo di Storia e Geografia, il Museo di Storia Naturale e la Biblioteca Nazionale, nonché il Teatro Nazionale scenario di concerti, balletti, opere e presentazioni teatrali di prestigio internazionale.

I Tre Occhi
Un parco molto visitato composto da tre lagune di acqua cristallina sommerse dentro un'impressionante grotta a dove si scende da scalinate circondate di vegetazione naturale e stalagmite in pieno processo di crescita.

PUERTO PLATA

La Costa Nord è centro di un terzo delle stanze alberghiere del paese. Nel cuore di questa regione, la città di Puerto Plata, a 235 km di Santo Domingo, circonda la base della collina Isabel de Torres, un parco nazionale. Un bel giardino botanico ed un'enorme statua di Cristo, versione più piccola della sua uguale a Rio de Janeiro, spera ai che, comodamente in teleferico, arrivano alla cima.

La varietà dell'architettura vittoriana rialza l'incantesimo di Puerto Plata. La storia lascio intatto l'imponente Forte San Felipe, costruito dagli spagnoli nel secolo XVI come una protezione contro gli invasori che arrivavano dal mare. Si raccomanda ai visitatori passare dal Museo dell'Ambra, la fabbrica di rum Brugal (sì, si regalano mostre), e passeggiare lungo il Malecón (Molo), il bel viale che costeggia l'Oceano Atlantico.

SAMANÁ E IL NORDEST

Sulla costa Nordest, a 243 km da Santo Domingo, risalta la penisola di Samaná con la sua magica baia dove tutti gli anni accorrono migliaia di balene gobbe durante l'inverno ragione per cui i visitatori di tutto il mondo vengono ad osservarle. Samaná è una città con una storia inusuale. Fu fondata nel 1824 con l'arrivo di due barche di schiavi liberati dagli Stati Uniti. Ancora oggi, i suoi discendenti portano i suoi cognomi anglosassoni e parlano inglese.

Questa provincia si distingue dalla la frondosa vegetazione tropicale che circonda la baia di colore turchese e le sue piccole isolette. I visitatori potranno dilettarsi con le grandi spiagge desertiche di Las Galeras y Playa Rincón, entrambe vicine alla città di Samaná.

Da Samaná si può arrivare facilmente al Parco Nazionale Los Haitises con suoi fiumi sotterranei e grotte piene di petroglifi degli indios Tainos, attestazione silente della popolazione indigena che visse in pace per secoli fino all'arrivo degli europei.

LE MONTAGNE DOMINICANE

Per quelli che cercano un cambiamento nel loro ritmo di vita, l'aria della montagna e l'esuberante vegetazione della Cordigliera Centrale li lascerà impressionati. Due città localizzate nelle valli circondate da montagne, Constanza e Jarabacoa brillano per la loro scenica bellezza.

Incorniciate da intensi cieli azzurri, queste città godono di un eccellente clima primaverile ed inusuali e ispiratori panorami in tutte le direzioni. Si arriva facilmente da buone strade da Nord ed da Sud. Queste due città giacciono al piede del maestoso Pico Duarte, di circa 3.175 m di altezza, il più alto dei Caraibi e meta di alpinisti ed escursionisti Acque Bianche a quelli che piacce l'eco - turismo ed escursioni che sfidano l'immaginazione a quelli che amano la natura.

LA ROMANA E LA COSTA ESTE

Infine per quelli che vogliono godere di sole e belle spiagge consigliamo La Romana e Punta Cana. Vicino a La Romana si trova Altos del Chavón, una delle principali attrazioni della regione. Questa città degli artisti è una replica eclettica di una città italiana del secolo 14. Lì vicino giacciono le trasparenti spiagge di Bayahibe e Dominicus da dove si può andare facilmente alle isole Catalina e Saona per osservare le aree vergini e protette del Parco Nazionale dell'Est.

Con quasi 35 km di spiagge ininterrotte le spiagge di Bávaro, Arena Gorda, Cortecito, Cabeza de Toro, Punta Cana e Macao offrono il meglio che ci si può sperare. Una delle più popolari attrazioni della zona è il Manatí Park Bávaro, circa 130,000 m2, con esibizioni di animali, pesci, pappagalli chiacchieroni e delfini che interagiscono con i bambini. Lì si trova pure una replica di una cittadina taina (precolombiana).