Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Costa Rica e la natura

LOCALIZZAZIONE

Costa Rica è affascinante. "Tuanis" come direbbero gli indigeni. Più di un milione di turisti visitano ogni anno questa piccola nazione, un territorio che sembra scelto da alcuna divinità. Poco luoghi offrono tanta ricchezza naturale come questo paese situato fra Nicaragua e Panama. Per questo venne chiamata Costa Rica. Chi la sceglie come destino sappia che da San José, la capitale, in poche ore, potrà raggiungere il Pacifico o i Caraibi, o salire alle cime di meravigliosi vulcani, l'Iraz˙, l'Arenale e il Poás.

COME ARRIVARCI

Si arriva via principalmente via Miami con tutte le aerolinee europee e poi da Miami a San José con aerolinee regionali o americane o Iberia.

MA QUANTO MI COSTA

Circa Euro 2.400 (bassa stagione) fino Euro 3.500/4.000. Consigliamo noleggiare un fuoristrada che Vi permetterà girare liberamente e cambiare il programma strada facendo in caso necessario. Il preventivo a continuazione è per due settimane ma anche una terza non sarebbe male. Il fuoristrada è necessario se volete girare fuori mano altrimenti una macchina piccola andrebbe bene.

  • Euro 1.200 (alta stagione) oppure Euro 900 (bassa stagione), trasporto aereo.
  • Euro 300, mangiare (20 Euro/giorno x 15 giorni);
  • Euro 300, albergo 3* doppia occupazione (20 Euro/giorno x 15 giorni);
  • Euro 750, noleggio fuoristrada (diviso tra 4/6 persone);
  • Euro 75, trasporti da/per aeroporti
  • Euro 50, altro

TIPS E SUGGERIMENTI

Forse fra tutti i paesi latinoamericani Costa Rica è il più sicuro. Ma questo non toglie, comunque, a non trascurare i Vostri bagagli e in generale tutto quello che può chiamare l'attenzione. Seguite comunque le indicazioni che diamo ai viaggiatori nella nostra pagina Precauzioni.


DOVE ANDARE

Mappa del Costa Rica
Clicca sulla mappa per ingrandirla

Edificio delle Poste - San José

Spiaggia di Manzanillo

Volcano Irazú

Foce del Fiume Tortuguero - Parco Nazionale di Tortuguero

Questo piccolo territorio ha 7 regioni, Liberia e Puntarenas all'ovest, Alajuela, Heredia, e Cartago circondando San José, e Limón, situata all'est del paese. Ognuna ha un incanto particolare. A Puntarenas, si trovano le isole del Cocco e Tartaruga. Ma perché non andare verso nord e vedere una delle meraviglie che offre madre natura ! A Tortuguero che confina con Nicaragua si danno appuntamento le tartarughe giganti per deporre le uova. I moltissimi parchi naturali del Costa Rica circonderanno l'avventuriero in un scenario selvaggio abitato da mille specie di animali e da una impressionante flora. Oltre le città già menzionate che potete girare quando Vi decidiate a riposare dopo l'intensa attività potete visitare alcuni dei suoi famosi parchi nazionali. ╚ il paese con maggior superficie protetta del mondo (circa 27%). ╚ il paese centroamericano che meglio conserva il proprio patrimonio ambientale: 24 parchi nazionali, 13 riserve biologiche e una rete impressionante di strutture per l'ecoturismo. Vi descriviamo alcuni di questi parchi, senza dimenticare che Costa Rica ha pure delle spiagge meravigliose, per poi finire sul fiume Pacuaré e magari scaricare tutta l'adrenalina di cui siete capaci nelle sue tumultuose acque.


I PARCHI NAZIONALI

Attrazione

Cosa c'è

Refugio Nazionale Golfito
1.309 ettari : è un'area estremamente verde, foresta umida, coperta da montagne basse situate direttamente dietro il porto di Golfito sul Pacifico Sud. Un'interessante scogliera alta 400 metri si presume che fissa il suo confine. Una fitta foresta contiene quasi 200 specie di alberi ed arbusti incluso il "purpleheart", molto amato da chi piace l'insalata, noce cinirei, guavi e palme nere. Si reputa la presenta di giaguari ma più facile osservare scimmie dal naso bianco, pangolini e orsi lavatori. Piove tutto l'anno. Dista da San Josè 340 km.

Parco Nazionale Marino Ballena

Creato per proteggere le scogliere corallline che se ne trovano limitato a una varietà di 3 specie è situato sul litorale pacifico nella provincia di Puntarenas, ha una estensione di 110 ettari e conta con dei paesaggi molto suggestivi alcuni da paludi di mangrovie. Conta con una fauna marina molto ricca con presenza di granchi, aragoste, vermi di ogni tipo, delfini, molte specie di pesci, spugne, molluschi vari e con un pò di fortuna si possono vedere le balene gobba.
Dentro il parco si trovano la iguana verde e il "cherepo". Tra gli uccelli troviamo i bianchi ibis, i pellicani, i cormorani e i "bobos" marroni. Giri in barca e pernottamento possono arrangiarsi a Uvita e Domincal. Dista da San Josè 228 km via Quepos con tratti di strada in cattive condizioni oppure via San Isidro 190 km.

Parco Nazionale Corcovado

Possiede una gamma enorme di habitat: umido, impenetrabile foresta pluviale, nuvolosa e vaporosa foresta, foresta litorale da querce e pantani o paludi. Il parco è situato sulla penisola di Osa sul litorale sud del pacifico fiancheggiato all'ovest da infinite spiagge sabbiose, piane e larghe. I mille ettari della laguna di Corcorvado e i sui pantanosi porti ospitano grandi coccodrilli e molte delle 140 specie di mammiferi del parco. Tapiri possono essere visti lungo le rive dei Fiume Claro e Fiume Serena e dondolanti scimmie su ogni sentiero. Tutti i grossi gatti vivono a Corcovado. Giaguari sono occasionalmente visti sulle spiagge e sui sentieri erbosi e non è raro vedere le loro impronte sul fango degli acquitrini.
Ci sono circa 400 specie di uccelli inclusi colibrì, trogons, tucani e la più grande popolazione di macachi porporini in America Centrale. Da non perdere una visita notturna alla foce del Fiume Chiaro per vedere pescare lo straordinario pipistrello bulldog. Un altro spettacolo di Corcovado è la presenza di squali martello aspettando la marea bassa per attraversare le lagune che forma il fiume allo sfociare !
Corcovado è difficile di raggiungere e ancora più duro farne un'escursione ma se Voi vi sentite in forma l'opportunità di vivere tale esperienza di splendore e isolamento sarà indimenticabile. Due itinerari sono possibili, lungo la costa da nord a sud o lungo la costa verso l'interno (est). I visitanti a Corcovado possono volare a Palmar e poi prendere un'imbarcazione lungo il Fiume Sierpe fino il villaggio di Drake oppure volare a Golfito e navigare da Golfo Dolce a Porto Jiménez.

Parco Nazionale Tortuguero

Il piccolo villaggio di Tortuguero (conosciuto come la "Regione delle Tartarughe") siede sulla parte nordest della costa caraibica del Costa Rica circa 50 miglia nord dal principale porto Limón. Il villaggio comprende una varietà di culture: Spagnola, Indigena Miskito (Nicaragua) e Afro-caraibica. Spagnolo e inglese creolo sono parlati. La regione circondante è chiamata Pianura Tortuguero vasto territorio di terre basse coperte da una grande distesa di foresta tropicale.
La spiaggia di Tortuguero è uno dei più importati luoghi per deporre della tartaruga verde nell'emisfero occidentale. Giganti dermochelidi coriacee, tartarughe embricate e tartarughe marine depongono anche qui. La popolazione della tartaruga verde è stata vicina alla sua estinzione verso gli anni 60 data la spietata caccia per la loro esportazione per fare la sua zuppa. Onde evitare definitivamente la sua estinzione, dal 1970 il governo costaricano stabilì un limite al numero delle tartarughe che possono ogni anno essere cacciate.

Braulio Carrillo National Park

Ha una dimensione di circa 46.000 ettari. Localizzato nella zona centrale vulcanica a nordest della Valle Centrale. Include il vulcano Barva, la depressione La Hondura e la vetta di Cacho Negro. Questo parco è situato in una delle regioni più irregolari e agresti del paese. Quasi l'intera regione è costituita da alte montagne ricoperte densamente di foresta e date le abbondanti piogge da innumerevoli fiumi. Il parco ha due vulcani spenti, il Cacho Negro molto visibile data la sua configurazione conica e il Barva che ha parecchi crateri, il lago Barva è circolare e circa 70 metri di diametro e la laguna Danta con 500 metri di diametro. Il picchi di Las Marías, chiaramente visibili da San José sono quanto rimane della loro attività.
La vegetazione del Parco consiste in una densa foresta sempreverde con una grande varietà di fiori e cambia costantemente secondo le condizioni di contorno. La foresta con una grande quantità di differenti specie si trova nelle regioni basse. Sulla parte alta di aree irregolari gli alberi sono meno alti e deformati e le specie ridotte. La maggior parte del Parco è coperto di foresta primaria dove prosperano circa 6.000 varietà di piante la metà del paese. Di mammiferi ci sono le scimmie, colorite e urlatore, della faccia bianca, tapiri, giaguari, puma, ocelot, cervi della cola bianca. Di uccelli si sono trovate quasi 515 specie tra residenti e migratorie tra cui il bellissimo quetzal, il re degli avvoltoi, il passero e l'uccello ombrello. Rane e rospi sono molto abbondanti tra cui il rospo "bufo holdridgei". Uno dei rettili esistenti è la serpente velenosa più grande del continente: la "matabuey". Il parco dista da San José appena 20 km. Il biglietto per entrare al parco è di 15 dollari sul posto o 7 dollari se comprato prima.

Monumento Nazionale Guayabo

218 ettari: Costa Rica mai ebbe una vera civilizzazione precolombiana della scala dei maya o degli inca, pero ebbe una serie di proprie piccole tribù. Le investigazioni archeologiche a Guayabo sulla parte sudest dei pendii del vulcano Turrialba ha lasciato allo scoperto le rovine di una cittadina con strade in pietra (ciotole), acquedotti piuttosto sofisticati, basamenti e ponti. Le strutture di pietra datano dal 300 A.C. I petroglifi ben conservati e i suoi monoliti raccontano una storia ancora da decifrare. Guayabo è un grazioso e tranquillo luogo pieno di uccelli d'ogni tipo, compresi i pappagalli tucani. Dista da San José 85 km.

Parco Nazionale del Vulcano Iraz˙

(2.309 ettari) : protegge il territorio del vulcano più alto del Costa Rica, 3.432 metri. Collocato in un brullo e violaceo paesaggio lunare praticamente si può arrivare in macchina fino la sua bocca. ╚ possibile raggiungere il cratere principale il quale è pieno da verde e acqua zolfa. La tigre gatto, il coyote, il coniglio cola di cotone sono tra gli animali che possono trovarsi anche con la poca vegetazione circondante consistente da rachitiche miconie e querce nere. In contrasto, il terreno che copre i bassi pendii e l'area intorno è meravigliosamente verde e fertile. L'ultima eruzione dell'Iraz˙ fu il giorno della visita del Presidente Kennedy nel 1963. Pioggia di cenere seguita da uno sciacquone coprirono per mesi la Valle Centrale da fuliggine e fango. Dista da San José 52 km.

Parco Nazionale del Vulcano Poas

(5,600 ettari): è uno dei parchi più popolari del Costa Rica. I suoi due crateri sono la principale attrazione e come l'Irazù può essere raggiungibile in macchina. Il primo cratere, circa 1.5 km largo, è pieno di geiser e fumarole attive. A 300 metri siede un ribollente lago solfifero. La striminzita vegetazione è contorta e sparsa dovuta alle piogge acide e le emissioni di gas. Il secondo cratere, Botos, è riempito da un bel lago blu circondato da foresta umida tropicale. Luogo pieno di uccelli tra cui il risplendente quetzal e i colibrì. Se visitato durante l'epoca della pioggia è bene arrivare presto data dopo la fitta nebbia. Il parco occasionalmente viene chiuso se c'è attività vulcanica. Dista da San José 55 km.

Il fiume Pacuaré

Il Pacuaré è la quintessenza del fiume tropicale. Lungo il suo percorso si trova densa e sgargiante vegetazione ricoperta da giaguari, oceloti, scimmie, gracili lori e una incredibile varietà di uccelli. Troverete anche le acque più rapide di tutta l'America Centrale arrivando per difficoltà a Classe V: Il Pacuaré e l'unico fiume del Costa Rica che ha queste amenità includendo la sua foresta tropicale vergine tutto sommato raggiungibile. Le terre basse della foresta tropicale sono notevoli per la loro lussureggiante varietà e l incredibile abbondanza e diversità di animali e piante selvatiche che se ne trovano. Altri fiumi come il Telire e il Chirripó possono eguagliare le attrazioni del Pacuaré ma richiedono più tempo o essere raggiunte con l'elicottero.

Visitate i siti di cui abbiamo estratto il presente articolo:

centralamerica.com/cr/parks
www.guiascostarica.com/cr5.htm
www.cccturtle.org/tortnp.htm