Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Geografia messicana

La città di Cholula ai piedi
del volcano PopocatepetlUfficialmente Stati Uniti Messicani (in spagnolo Estados Unidos Mexicanos), Stato dell'America Settentrionale, che confina a nord con gli Stati Uniti, a sud con il Guatemala e il Belize ed è bagnato dall'Oceano Pacifico a ovest e dal golfo del Messico e dal mar delle Antille a est; 1.972.547 km2.

Situato nell'America Settentrionale, ma all'estremità di quella Centrale, appartiene al paesi dell'America latina; è una repubblica federale formata da trentun Stati e un distretto federale.

Il Messico presenta regioni naturali molto varie sia per il rilievo, sia per il clima. Per i due terzi esso è costituito da alte terre, altipiani e rilievi montuosi. Il più vasto complesso naturale settentrionali, prolungamento delle altre terre occidentali degli Stati Uniti, elevatisi fino a oltre 1000 m d'altezza.

Essi sono limitati a ovest e a est da due alte catene montuose: la Sierra Madre Occidentale e la Sierra Madre Orientale. Gli altipiani sono solcati da profonde gole, che li dividono in diverse parti. Questa regione settentrionale del Messico ha un clima relativamente arido, soprattutto nella zona nord-occidentale (penisola della Bassa California). Sulla costa orientale, molto più umida di quella del Pacifico e degli altipiani interni, cadono oltre 700 mm all'anno di pioggia.

La vegetazione, subdesertica nelle zone più aride, nelle zone meno secche è costituita da savane e foreste rade. La regione degli altipiani centrali (Mesa Central) è una regione vulcanica che corrisponde alla zona di convergenza delle due Sierre; essa è caratterizzata da molteplici fratture aventi direzione E-O e da una struttura tettonica complessa. è la regione dei terremoti e dei vulcani attivi, dei quali più importanti sono il Popocatépetl (5454 m), e l'Orizaba (5700 m).

Questi imponenti rilievi dominano alti bacini che si estendono da ovest a est, da quello di Guadalajara a quello di Puebla, e il più importante dei quali è l'Anáhuac, il bacino di Città del Messico, situato a oltre 2000 m d'altezza. Qui il clima è molto più arido che sugli altipiani settentrionali. Tuttavia l'altitudine permette di distinguere varie zone climatiche, dal caldo umido delle zone basse, alle navi e ai ghiacci delle cime più alte. La varietà dei clima permette molte colture: da quelle tropicali (banane, canna da zucchero, cacao) a quelle delle medie latitudini (frumento, patate, alberi da frutto delle regioni temperate).

Le regioni meridionali sono in genere caratterizzate da clima caldo e umido e dall'estensione di grandi foreste. Le alte regioni centrali sono racchiuse da due pianure costiere che si differenziano per ampiezza e per struttura: quella lungo il Pacifico è infatti una lunga e stretta fascia dalle coste in genere basse e ricche di insenature (più alte e frastagliate sono soltanto la costa orientale della penisola della Bassa California e la costa che si estende a sud della foce del Rio Grande).

La pianura costiera lungo il golfo del Messico, più estesa dell'altra, è prevalentemente bassa e sabbiosa e spesso orlata da lagune e piccole isole con pochi approdi naturali.