Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Manuel Obregón

MANUEL OBREGONDurante i suoi quasi 20 anni di carriera, Manuel Obregón ha viaggiato con le note del pianoforte lungo l'America ed Europa, dove il suo stile unico, nutrito con la memoria ancestrale dei suoi antenati e i suoni primitivi della cintura dell'America, sono stati applauditi da diversi pubblici.

La firme convinzione che la musica è una versatile lingua universale, che trascende forma e metrica, ha portato al pianista costaricano Manuel Obregón a una incessante ricerca creativa, pura e sensuale, attraverso l' di nuove forme di espressione basate sull'enorme ricchezza melodica, armonica e percussiva del pianoforte.

Manuel Obregón nacque a San José, Costa Rica, il 4 ottobre 1961 e iniziò i suoi studi di pianoforte ai sette anni. Continuò la sua formazione al Liceo La Salle e nel Conservatorio della Università di Costa Rica dove fece studi di scienza musicale, pianoforte e composizione.

Alla fine del 1980 si trasferì a Madrid (Spagna) dove ricevette lezioni di pianoforte jazz con Jean LUc Vallet e, nel 1982, con Manuel Camp y Eric Herrera nell'Aula di Musica Moderna e Jazz di Barcellona. Interessatosi nel flamenco, si trasferì a Córdoba dove, nel 1984, compartì la sua musica con artisti zingari, andaluz e marocchini. Nel 1985 è nominato Consigliere Culturale dell'Ambasciata del Costa Rica a Madrid dove alterna il suo lavoro diplomatico con studi nel Laboratorio di Musicisti nonché concerti e seminari in tutta Spagna.

Nel 1988 si stabilì nella città svizzera di Berna per lavorare nell'Ambasciata costaricana e nel frattempo studiò alla Swiss Jazz School con Joe Haider. Nel 1990 ritornò in Costa Rica e iniziò una tappa di composizione, concerti e registrazioni discografiche, consolidando il suo proprio stile e fonda alcuni gruppi musicali tra i quali possiamo nominare il trio esperimentale "Afrocosmos", il "Quartetto Sporadico di Jazz", la orchestra di 'marimbas' e pianoforte "Marimpiazón" e più recentemente il gruppo di jazz "Malpaís", assieme a celebri musicisti costaricani.

Manuel Obregón continua componendo per differente discipline artistiche come teatro (L'isola della passione, regia di María Bonilla), danza, pittura (specialmente per l'opera del pittore Rafa Fernández), video e, inoltre, collabora con vari solisti ed orchestre.

Oltre i dischi, viaggi e presentazioni, Manuel Obregón ha fatto un importante lavoro di ricerca sulla musica regionale, specialmente le trascrizioni per pianoforte dell'opera del paraguaiano Agustín Barrios "Mangoré" e la fusione con marimberos e percussionisti folclorici dalle quale nacque il disco "Passione", registrato a Granada, Nicaragua, insieme con i Marimbas "Nicaragua Mía",

Più, recentemente, l'artista in viaggio nel bosco piovoso di Monteverde, in mezzo alla natura, compose al pianoforte, il disco denominato "Simbiosi", dove le note musicali stabiliscono un vero "dialogo" con uccelli e scimmie, ricordandoci che la musica è una vera lingua universale.

Nel suo disco singolo "Genesi", il pianista assieme al realizzatore audiovisivo Roberto Miranda, crearono un'opera che va oltre la musica, diventando uno spettacolo audiovisivo totalmente integrato:la musica di Manuel Obregón, le immagine di Roberto Miranda e i suoni della natura sommersi nei quattro elementi naturali: acqua, terra, aria e fuoco.

Tradotto dalla biografia del sito www.manuelobregon.com.