Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Chico Buarque

CHICO BUARQUEDelle  prime stelle di musica popolare brasiliana, Chico Buarque è stato uno dei primi a diventare una vera pop star. Con il suo calore, il suo canto nasale, il suo elegante fraseggio e la considerabile qualità della scrittura lirica, Buarque (pure di bel aspetto) divento estremamente popolare per le donne che amavano la sua smorzata sensualità. Tuttavia, Buarque si sente scomodo nel ruolo di pop star preferendo essere visto come un artista serio. Durante la sua carriera ha cercato di avere il meglio di entrambi i mondi, ma non senza alcuni significativi urti strada facendo. Eppure, rimane una figura torreggiante nella musica pop brasiliana, uno dei più grandi cantautori e interpreti di samba del Brasile.

Nato a Rio de Janeiro nel 1944, Buarque trascorse la sua gioventù tra San Paolo e Roma. Dopo ritornato in Brasile, lo sviluppo artistico di Buarque fu notevolmente spinto dagli amici di suo padre (lo storico Sergio Buarque de Holanda) che erano prominenti figure del recente movimento del bossa nova. Sebbene se stesso fosse immerso nella musica, particolarmente nei nuovi suoni di Joao Gilberto, Buarque decise che una formazione educativa era più pratica e decise di studiare architettura all'Università  i San Paolo. Questo significò un breve periodo e non durò molto prima che Buarque decidesse di smettere di restare isolato dai conoscitori del bossa nova a San Paolo.

Buarque aveva 21 anni quando la sua carriera decollò. Registrò il singolo "Pedro Pedreiro", musica composta per una produzione teatrale e, forse la cosa più importante, ebbe tre delle sue composizioni registrate dalla indiscussa regina del bossa nova, Nara Leao. Non un esecutore apertamente polemico, al materiale di Buarque non mancava coscienza sociale, ma sembrava stilisticamente conservatorismo paragonato ai ritmi dei tropicalisti della fine degli anni 60 come Caetano Veloso, Gilberto Gil o Os Mutantes (I mutanti). Malgrado l'addebiti di conservatismo estetico sollevati contro di lui (da Gil e Veloso), Buarque, nel 1968, prese una possibilità enorme di carriera scrivendo e incidendo un brullo ed esistenziale opera "Roda Viva" che era una critica della ossessiva cultura dei fanatici (fan). Il ruolo del pop star protagonista era strappare arto su arto il suo corpo consumato dai suoi fan. In una scena del radicale Julian Beck Living Theather, i protagonisti offrivano all'udienza pezzi della carne della pop star da mangiare (era carne di pollo). Inutile dire, con una dittatura militare nel potere, che questo era considerato una materia estremamente controversa e soldati furono inviati per interrompere delle esecuzioni di Roda Viva, cosa che includeva distruggere gli scenari e picchiare i protagonisti, Buarque stesso è stato in carcere per un breve periodo.

Dopo il disastro di Roda Viva Buarque ritornò in Italia per un anno ritornando soltanto in Brasile ritrovare molte delle stelle di "tropicalia" in esilio o circoscritti severamente dalla censura del governo. Nel 1971 registrò l'album "Construction" (Costruzione) con il quale decise di rompere con i suoi primi dischi di bossa nova. Questa fu la stella della seconda metà della carriera di Buarque che vide lui scrivendo più intensamente canzoni che sotto ogni riga di lirica complicata c'era una protesta politica e sociale. Forzato a inviare il suo materiale alla censura del governo, circa due terzi del suo materiale è stato bocciato.

Tra il 1974 e il 1975 i censori praticamente non approvarono niente dei suoi scritti. Una nota positiva fu che la crepa tra Buarque, Veloso e Gil fu risolta dopo il ritorno in Brasile nel 1972 e Buarque registrò con tutte e due a metà dei 70. Negli anni 80 Buarque si è dato a comporre un pò alla deriva registrando alcuna musica assordante con un decadimento negli sforzi di altri artisti che includeva scrivere opere e romanzi nonché orchestrare film, lavoro tutto consistente con il suo desiderio di re-esaminare il passato della cultura brasiliana in relazione con il presente y le sue limitate possibilità per il futuro.

Come accennato, molte delle sue canzoni e opere affrontarono problemi di censura con il governo militare, ragione per cui adottò un pseudonimo, Julinho de Adelaide, con chi firmò canzoni come "Acorda, Amor". Per il teatro, Buarque scrisse con Paulo Pontes le opere "A Gota d'Agua" e "A do Malandro". Come scrittore, Chico Buarque, nel 1991, rilasciò il romanzo "Estorvo" e quattro anni piùtardi "Benjamin". Dopodiché, ritornò alla musica, rilasciando, nel 1993, "Paratodos" e nel 1999 "as cidades", entrambe sostenute per estese tournée in Brasile e all'estero. Nel 1998, Buarque fu il tema e l'ispirazione per la Scuola di Samba Mangueira che vinse quest'anno la parata del Carnavale.

Per più di 30 anni Chico Buarque è stato un artista che ha lottato con la musica pop e con la notorietà pop. Sempre sfidante, sempre cosciente della storia culturale, Buarque rimane, meritatamente, una figura gigantesca della musica brasiliana.

Tradotto da MONDOLATINO, principalmente, dalla biografia da John Dougan dal sito www.mp3.com/chico-buarque/artists/2702/biography.html.