Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Nicolás Guillén

NICOLAS GUILLENCamagüey, 1902-La Habana, 1989. Poeta Nazionale di Cuba.

Opere principali

Testimonio: Pagine girate (1982).

Poesia: Motivi di son (1930); Sóngoro Cosongo (1931); West Indies Ltd. (1934); Spagna (1937); Canti per i soldati i son per i turisti (1937); Il son intero (1947); La colomba di volo popolare e Elegías (1958); Tengo (1964); Poemi d'amore (1964); Il gran zoo (1967); La ruota dentata (1972); Il diario che a diario (1972).

Miscellanea: Prosa di fretta (3 t., 1975-76)

Pagine girate è un libro sensazionale. Davanti al suo volume Guillén dichiarò: "Qui non c'è tutta la verità, ma tutto quello che c'è è vero". Sono le memorie, nulla di più, un libro che chiude il fervore e la persistenza di un creatore eccezionale. Coniuga le qualità narrative della finzione con le caratteristiche proprie degli antichi libri di viaggi, di cronache, di quei diari che risultano così istruttivi nella loro diafana intensità. La lettera di Pagine girate è un vero piacere, una esperienza unica, poiché tiene nei suoi più intimi angoli l'alito vitale di un'esistenza che è in parte la storia di Cuba.

Molto presto Guillén seppe interpretare nella sua poesia i desideri di affermazione umana e culturale del nero. Ad ogni modo, non fu mai un poeta della negritudine. Preferiva risaltare il colore cubano nei suoi versi. Disse esplicitamente: "Il nero apporta essenze molto forti al nostro cocktail e, le due razze che in questa isola sono a fior d'acqua e per quello che si vede distanti, ma si tendono un uncino sottomarino, come quei lunghi ponti che uniscono in segreto due continenti (...) lo spirito di Cuba e meticcio. E dallo spirito verso la pelle ci verrà il colore definitivo. Alcun giorno si dirà: colore cubano".

La libertà, l'amore, le allegrie, le sofferenze, la ribellione indomabile ... trovano nei suoi versi fina e accertata manifestazione poetica. La sua poesia denota il rigore esigente del autore e una sete straordinaria di comunicazione. Prosatore di stile elegante, agile e disinvolto, giornalista di lunghissima e feconda traiettoria, Guillén raccolse i suoi essai, articoli e cronache in Prosa di fretta.

Nuova Antologia Maggiore preparata da Angel Augier, offre una visione completa di tutta la poesia di Nicolás Guillén.

Lasciò due bellissimi libri per i più giovani: Per il mare delle Antille naviga una barca di carta e Un son per i bambini antillani.

NEGRO BEMBÓN

¿Po qué te pone tan brabo,
cuando te dicen negro bembón,
si tiene la boca santa,
negro bembón?

Bembón así como ere
tiene de tó;
Caridá te mantiene, te lo dá tó.

Te queja todavía,
negro bembón;
sin pega y con harina,
negro bembón,
majagua de drí blanco,
negro bembón;
sapato de dó tono,
negro bembón.

Bembón así como ere
tiene de tó;
Caridá te mantiene, te lo dá tó.