Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Andrés Bello

ANDRES BELLONacque a Caracas, Venezuela il 29 novembre 1781. La sua formazione culturale venne influenzata dall'educazione impartitagli dai sacerdoti, dall'avere relazioni con enciclopedisti e dagli illustri amici come Humbolt. Del suo brillante curriculum si conosce che diede lezioni di geografia gratuite a BolÝvar, due anni minore a lui.

Nel 1810 fu inviato con BolÝvar e Lˇpez Méndez ad ottenere l'aiuto inglese, rimasse a Londra, dove visse dando lezioni di latino e spagnolo fino al 1822, data in cui ottenne la nomina di segretario interino della delegazione di Cile, e dopo, quella di segretario di quella colombiana; nel 1829 si trasferì a Santiago di Cile, diventando rettore dell'Università Nazionale influendo decisamente nello sviluppo culturale del paese.

Questo venezuelano, che si impegnò molto per l'educazione pubblica in Cile, personifica le orientazioni e personificazioni di una cultura ispano americana indipendente.

I suoi due poemi fondamentali li pubblicò in riviste che editò a Londra: nella "Biblioteca Americana", la sua Allocuzione alla Poesia, parte della composizione che ha dovuto intitolarsi América che non venne mai pubblicata; nel "Repertorio Americano", la Loda alla agricoltura della zona torrida; dalle sue prime poesie si avverte l'influenza di Virgilio e la orientazione neoclassica che non avrebbe mai abbandonato il poeta malgrado certe scintille di romanticismo.

Le sue opere alla poesia e alla agricoltura costituirono un grido all'indipendenza letteraria ispano americana; la guerra fu vinta, occorreva costruire la pace con una dedicazione costante al coltivo dello spirito e all'America; le lezioni di Virgilio e i consigli di Humbolt si coniugano per una realizzazione neoclassica, didattica e descrittiva. L'inquietudine del poeta neoclassico per il romanticismo lo portò a singoli tentativi, come quello di Pière pour tous di Victor Hugo in versione spagnola con titolo Preghiera per tutti pubblicata nel 1830, che si affermò essere un adattamento superiore all'originale e non una semplice traduzione.

La ricostruzione del Poema del Cid ci presenta un'immagine del erudito moderno che seppe captare e assimilare il tono europeo con semplicità ed eleganza spirituale; Principi del Diritto della Gente , del 1847, ci presentano il giurista capace e preparato che si disimpegna in maniera accorata nella politica internazionale.

Forse l'aspetto pi¨ durevole della sua personalità è quella del filologo in opere come quella già sopracitata del Cid, i suoi Principio di Ortologia e soprattutto Grammatica Castellana, opera di una semplicità rivoluzionaria impregnata dalla intuizione geniale di Andrés Bello. La Reale Accademia Spagnola della Lingua lo nominò membro onorario nel 1851: Ispano America lo considerò un condottiero intellettuale della sua indipendenza e lo venera come un maestro delle generazioni moderne ispano americane. Morì a Santiago di Cile nel 1865.

MIS DESEOS

                Hoc erat in votis.

¿Sabes, rubia, qué gracia solicito
cuando de ofrendas cubro los altares?
No ricos muebles, no soberbios lares,
ni una mesa que adule al apetito.

De Aragua a las orillas un distrito
que me tribute fáciles manjares,
do vecino a mis rùsticos hogares
entre pe˝ascos corra un arroyito.

Para acogerme en el calor estivo,
que tenga una arboleda también quiero,
do crezca junto al sauce el coco altivo.

¡Felice yo si en este albergue muero;
y al exhalar mi aliento fugitivo,
sello en tus labios el adiˇs postrero!