Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Il massaggio Reiki

In ciascuna posizione delle mani tenete le dite unite senza fare forza mantenendo ciascuna posizione per circa cinque minuti.
Reiki Fig. 1

Mani sugli occhi. La punta delle dita poggia sul margine delle ossa al di sotto degli occhi; non fate pressione ai lati del nasi o sugli occhi.
Reiki Fig. 2

I lati della testa. La punta dei medi poggia sul piccolo foro dell'orecchio.
Reiki Fig. 3

La parte posteriore della testa. Prendete lentamente la testa tra le mani così che queste ultime formino una coppa.
Reiki Fig. 4

La mascella e parte della gola. Le punte dei medi s'incontrano all'estremità del mento.
Reiki Fig. 5

Mani sullo sterno.
Reiki Fig. 6

Sedetevi accanto al paziente e imponete le mani appena più sotto della precedente posizione.
Reiki Fig. 7

Spostate le mani verso il basso di un palmo ogni cinque minuti, finché non raggiungete l'inguine.
Reiki Fig. 3

Dopodiche trattare le ginocchia
Reiki Fig. 9

e le caviglie
Reiki Fig. 10

Anche sulla schiena lavoriamo dall'alto verso il basso, dalle spalle
Reiki Fig. 11

al coccige: ogni cinque minuti spostate le mani di un palmo.
Reiki Fig. 12

Posizione finale. Una mano sulla sommità della testa, l'altra sul coccige.

Benché la rimozione dello sporco energetico non possa essere considerata parte di un tradizionale trattamento di Reiki, può essere una sua buona estensione. Dopo l'ultima posizione strofinate la parte posteriore del corpo quattro volte con la punta delle dita dalla testa ai piedi. Immaginate che in questo modo togliete uno stratto di sporco che ad ogni colpo gettate al suolo. Dopo di che immaginate di stendere una calda coperta sulla persona trattata. Pertanto, se scegliete di togliere lo sporco energetico strofinando, non dimenticate di rimettere la coperta.

Nota: Per maggiori informazioni consultate il libro da cui è tratto la presente sequenza su questa terapia.


Fonte: REIKI - Arie Luijerink - Edizioni Hermes