Un dovere morale MondoLatino Viaggi
Mondo Latino
Indice

Discorso di Harold Pinter per il Nobel

RACCOLTA TEMI SULL'IMMIGRAZIONE

MONDOLATINO - 27 Aprile 2007

"COME È POSSIBILE?

ParagoneLa contemporanea presenza di opulenza e agonia nel mondo che abitiamo rende difficile evitare interrogativi fondamentali sull’accettabilità etica dell’organizzazione sociale prevalente e sui nostri valori, la loro rilevanza e la loro portata. Una delle questioni che dobbiamo affrontare immediatamente è: come è possibile che la maggior parte di noi, di fronte alla gravità e alle conseguenze del contrasto tra agi e miseria, conduca una vita priva di problemi e preoccupazioni, ignorando del tutto le iniquità che caratterizzano il nostro mondo?

Amartya Sean

DURA ODISSEA

Dura odisseaQuelli che sopravvivono e approdano al paradiso promesso, si sfiancano facendo qualsiasi lavoro a qualsiasi costo, giorno e notte, affinché lontano, nel Paese che li ha espulsi, le loro famiglie spossessate della terra e del cibo possano sopravvivere.

Eduardo Galeano


VITTIME PROPIZIATORIE

No al razzismoTutte le false idee sull'immi-grazione alimentano un circolo perverso: giustifica l’emarginazione della vittima propiziatoria, mediante la creazione continua del capro espiatorio. È grave, perchè ridurre demagogicamente il dibattito sul controllo dei flussi migratori, conduce sempre a un indebolimento della democrazia come dimostrò il nazismo che cercò in primo luogo di incolpare le minoranze e gli stranieri dei "problemi" che in quel momento potevano esserci in Germania.

Sami Nair

UNO STATO IRRESPONSABILE

L'emigrazione rappresenta una valvola di sfogo che permette allo Stato di liberarsi parzialmente delle sue responsabilità poiché gli evita di prendere decisioni necessarie in termini di lotta contro la disoccupazione e la povertà. Da una parte, l'uscita degli emigranti contribuisce a ridurre le tensioni sul mercato lavorativo. Dall'altra gli emigranti, inviando soldi ai loro famigliari, sostituiscono lo Stato in materie come la protezione sociale e la riduzione delle disuguaglianze. Esiste, dunque, un incentivo implicito a stimolare l'emigrazione invece di portare a termine delle riforme economiche e sociali necessarie per lo sviluppo del paese. A queste condizioni il flusso degli emigranti può solo continuare ad aumentare.

David Khoudour Castéras


FACCIAMOLO PURE - 1

Cosa fare?
Per primo promulghiamo una legge per evitare che i disperati entrino nei nostri paesi. Se non è sufficiente, potremmo ricostruire il muro di Berlino, non per impedire che la gente vada via ma per evitare che la gente ci entri.
In secondo luogo, dobbiamo cercare un capro espiatorio per dargli le colpe di tutti i mali di questo mondo. Possiamo, ad esempio, dare la colpa ai paesi poveri, senza rimedio arretrati e bruti, e di conseguenza ai loro emigranti che vengono a sporcare le nostre belle strade.
In terzo luogo, creiamo un clima di schiavitù, nella quale diamo loro un lavoro dove i loro diritti siano il minimo possibile (certo, dal
                                                              continua…

FACCIAMOLO PURE - 2

punto di vista formale tutto il contrario) di modo che possiamo fare quello che vogliamo con loro. Per ultimo, se niente di tutto questo dà risultati, potremmo fargli la guerra magari usando su di loro una piccola bomba (di quelle che ora vengono chiamate "intelligenti", e perchè no, nucleare) che faccia scomparire alcune migliaia di persone che senza nessun tipo di considerazione stanno finendo con le risorse, che noi, poveri paesi "democratici", abbiamo contribuito a ridurre senza nessun limite negli ultimi anni.

Guillermo Cuéllar


PROTEGGIAMO I NOSTRI INTERESSI

Duro lavoroLa progressività dei dazi doganali è una delle più perniciose forme di perversa. I paesi sviluppati generalmente applicano dazi bassi alle materie prime senza processare mentre crescono considerevolmente i livelli quando si tratta di prodotti intermedi o finali. I dazi giapponesi e canadesi sugli alimenti processati sono rispettivamente sette e dodici volte maggiori che per le materie prime. Nell'Unione Europea i dazi aumentano da 0 a 9% sulla pasta di cacao e a 30% sul prodotto finale.

Nazione Unite

UNA GIUSTA CAUSA

L'unica causa che offre la democrazia è il motto storico “libertà, eguaglianza e fratellanza”. Ma queste parole svaniscono se i sindacati forti escludono i lavoratori immigranti, se i professionisti si oppongono all'entrata di nuovi cittadini specializzati e se le istituzioni elitarie non reclutano nuovi talenti emergenti, provenienti da Paesi stranieri.
Il problema fondamentale non è il fatto che i governi europei non hanno speso cifre sufficienti per aiutare gli immigrati. Il problema è che non hanno aperto i battenti delle loro scuole elitarie, della burocrazia e dei partiti politici ai migliori e ai più brillanti tra i nuovi cittadini. L'ostacolo insormontabile è la mancata inclusione dei nuovi arrivati nei ceti più alti della società. Quando si vedono foto di gruppo dei leader europei nei loro conclavi dell'Ue non si notano volti di colore, donne con i capelli nascosti sotto i foulard o personalità dalla fede musulmana. Ci vorrà molto tempo prima che questo accada.

David Khoudour Castéras

Continua ...